Sarlo Dora


Dora Sarlo

Nata a Genova, ha iniziato gli studi musicali nella sua città proseguendoli poi a Milano con Carlo Vidusso. Si è diplomata con lode presso il Conservatorio di Santa Cecilia, sotto la guida di Tito Aprea. Ha seguito il corso di perfezionamento presso l’Accademia Chigiana di Siena con Guido Agosti.

Ha registrato per Raidue la “Sonata 1926” e le “14 Bagatelle” op.6 di Bèla Bartòk, ed effettuato registrazioni per Raitre. Ha tenuto un laboratorio didattico di musica (12 maggio 2012) all’interno del concorso “A Voce Alta”, con il patrocinio dei Consolati dell’Ecuador, Tunisia, Perù, Albania, Bolivia e El Salvador.

Ha tenuto un concerto di musica di Compositori albanesi (H.Zacharian, L.Dizdari, C.Zadeja, T, Daija, T. Harapi) nell’ambito della manifestazione “Albania tra storia e mito” (27 gennaio 2012), con il patrocinio dell’Ambasciata d’Albania in Italia, in occasione delle celebrazioni per i cento anni della dichiarazione d’indipendenza albanese.

Ha eseguito la sonata in do maggiore K330 di W.A. Mozart nel corso della presentazione del volume “Il Fratello del Doge, Giacomo Durazzo un illuminista alla Corte degli Asburgo tra Mozart, Casanova e Gluk” (Genova 27 giugno 2012) organizzato dall’Associazione Nobiliare della Liguria ed il Sovrano Militare Ordine di Malta di Genova e Liguria con il patrocinio del Mu:MA-Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni.

Svolge attività concertistica come solista e in formazioni da camera in Italia ed all’estero. Incide per la Nuova Era Records. È titolare della cattedra di lettura pianistica al Conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza.